AUDIT E COMPLIANCE

Il valore economico di un'azienda generato dalla gestione ambientale: l'applicazione del modello VEP® per sua analisi e stima

29 luglio 2009

Il modello VEP® è una metodologia, sviluppata e brevettata già da alcuni anni, finalizzata a misurare il valore economico derivante dalle attività di gestione ambientale sviluppate dalle aziende.

Il modello VEP® è una metodologia, sviluppata e brevettata già da alcuni anni, finalizzata a misurare il valore economico derivante dalle attività di gestione ambientale sviluppate dalle aziende. Tale modello, in particolare, intende supportare le aziende e le organizzazioni di ogni genere nel difficile compito di coniugare le attività che generano impatti sull'ambiente con la economicità delle operazioni aziendali nel loro complesso; attività che, normalmente, vanno svolte per essere conformi alla normativa vigente in materia e, più raramente, per perseguire dei virtuosi miglioramenti delle proprie prestazioni ambientali.

La particolarità del modello risiede nel fatto che l'economicità delle attività di gestione ambientale viene misurata attraverso una grandezza, il valore economico generato per l'azienda, che presenta alcune caratteristiche tali da rendere il modello stesso uno strumento aziendale estremamente pratico. Questo, innanzi tutto, perché il valore economico e la sua crescita sono, normalmente, il fine principale perseguito dalle aziende e, quindi, si favorisce una naturale coincidenza tra "unità di misura" del comportamento ambientale di un'azienda, da un lato, e il suo obiettivo istituzionale, dall'altro. In secondo luogo, tale valore è misurato in termini monetari, ossia in un'unità di misura che è comprensibile per tutti gli operatori economici, anche per coloro i quali non possiedono competenze specifiche di carattere ambientale.

L'applicazione della metodologia VEP® richiede competenze professionali che spaziano dalla valutazione delle aziende all'assessment ambientale e necessitano, innanzitutto, della corretta individuazione del contesto operativo cui ci si riferisce. In particolare occorre comprendere se si fa riferimento ad una realtà aziendale che ha già implementato al suo interno un sistema di gestione ambientale o, al contrario, se si tratta di un'azienda che non si è ancora attivata in tal senso e, grazie all'applicazione del modello, intende verificare l'opportunità di procedere. Successivamente dopo aver svolto un'analisi dell'operatività dell'azienda, delle sue prospettive future e dei suoi principali impatti ambientali, il modello richiede la valutazione aziendale attraverso l'applicazione della metodica dei flussi di cassa scontati nelle due seguenti ipotesi: la prima ipotizzando che l'azienda sia priva di attività di gestione ambientale sistematica e la seconda ipotizzando che sia già attiva una gestione ambientale. La differenza fra le due valutazioni indicherà se e, in caso positivo, in che misura le attività di gestione ambientale hanno contribuito alla creazione di valore economico dell'azienda.

Rapportando l'eventuale aumento di valore dell'azienda generato dalla presenza di un sistema di gestione ambientale al valore dell'azienda in assenza di un tale sistema di gestione si ottiene una grandezza, ovvero la variazione percentuale del valore, che consente di effettuare delle comparazioni sia nel tempo che nello spazio, sia all'interno della stessa azienda in due momenti temporali distinti, sia fra aziende fra loro diverse per dimensioni, mercati ed operatività.

Questo è, in estrema sintesi, il funzionamento del modello che ha avuto numerose applicazioni in vari settori industriali negli ultimi anni fornendo un valido supporto alle decisioni di imprenditori e general manager e, inoltre, riscontri estremamente interessanti in termini di valore economico generato per le aziende anche attraverso le attività di gestione ambientale.