ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CERTIFICAZIONE

La riduzione dei consumi energetici grazie ai pc

14 ottobre 2013

Intesa Sanpaolo riduce i consumi energetici

Nel 2010 Intesa Sanpaolo è stata la prima banca italiana a conseguire la certificazione UNI EN 16001, che attesta l’ottimizzazione dei consumi energetici.

Il gruppo bancario ha, infatti, adottato, in 160 agenzie, un sistema di gestione dell’energia che genera consistenti risparmi, con effetti benefici sia a livello ecologico che a livello economico.

“Dalle nostre analisi - ha affermato Roberto Gerbo, Energy Manager di Intesa Sanpaolo e Responsabile del sistema di gestione ambientale ed energetico – abbiamo rilevato che oltre l’80% dei consumi energetici della banca sono elettrici e derivano da attrezzature e dispositivi che in alcuni casi rimangono operativi 24 ore su 24”.

Tutte queste apparecchiature incidono da sole per il 40% sul totale dei consumi elettrici, a fronte del 35% legato agli impianti di climatizzazione e del 25% dovuto all’illuminazione. Il management di Intesa Sanpaolo è andato, quindi, ad intervenire sulle apparecchiature da ufficio: acquistando modelli di fotocopiatrici secondo criteri di sostenibilità, ad esempio, è possibile ottenere risparmi del 42% sui loro consumi, pari a circa 96 euro l’anno per macchina. Un taglio che sale al 48% per quanto riguarda i computer (38 euro l’anno per ogni terminale).

“Sulle tematiche dell’ambiente e del risparmio energetico sensibilizziamo anche il nostro personale. Dopo la distribuzione di un opuscolo che spiega i comportamenti virtuosi da adottare sia in ufficio sia a casa, abbiamo attivato un percorso formativo online per i dipendenti denominato Ambientiamo”, conclude Gerbo.